IL WORKSHOP

Il workshop di filmmaking ed educazione all’immagine, è dedicato ai migranti minori non accompagnati inseriti nel programma di Accoglierete, con l’obiettivo di stimolare e sensibilizzare lo sguardo dei giovani partecipanti, utilizzando come mezzo di ripresa quello che ognuno di loro possiede, lo smartphone. 

Durante gli 8 mesi di lezioni ai ragazzi verranno forniti gli strumenti creativi per padroneggiare al meglio l’uso di questa innovativa tecnica di storytelling visivo. Un percorso didattico che passa attraverso l’analisi delle immagini prodotte nel corso dell’anno dagli stessi ragazzi e dal confronto di queste immagini con sequenze della storia del cinema.

Utilizzando il loro smartphone, lavorando in piena libertà, i partecipanti racconteranno il loro quotidiano, le loro storie e di riflesso la loro esperienza d’integrazione.

In questa scrittura in tempo reale, caleidoscopio di pezzi di vita, istanti e sguardi, l’obiettivo dello smartphone si trasforma: da strumento privato, spesso considerato come spersonalizzante, a uno strumento per mettersi in gioco in prima persona per raccontare e condividere un personale punto di vista.

A conclusione del progetto, prevista nel dicembre 2018, sarà realizzato e distribuito su differenti piattaforme un film documentario, coprodotto dai diversi partner europei, che ne racconterà l’esperienza del workshop, includendo i video realizzati dai ragazzi.

 

  • Superamento delle barriere linguistiche e culturali.
  • Accrescere il bagaglio di competenze e abilità che potranno sfruttare anche nel loro inserimento lavorativo.
  • Acquisizione di una visione e una tecnica per esprimersi.
  • Favorire il processo d’integrazione attraverso uno scambio emotivo e culturale, conquistando fiducia e acquisendo nuove competenze.

 

IL TUTOR // ANDREA CACCIA

Regista di documentari che hanno partecipato ai più importanti festival internazionali, insegna regia allo IULM di Milano. Ha inoltre creato e diretto il progetto VEDOZERO , un corso di alfabetizzazione all’immagine per smartphone durato cinque anni che ha coinvolto diversi licei italiani.